Cosa è Shadowban Instagram
23 maggio 2018  By Marta Raimo  Ops

Instagram: quali hashtag scegliere per non finire in shadowban

Se vi state ancora chiedendo come scegliere gli hashtag di Instagram, visti anche i recenti cambiamenti di algoritmo, siete nel posto giusto! Oggi cercherò di darvi qualche piccolo suggerimento per sceglierli con criterio e per evitare di finire in shadowban.

Cos’è lo shadowban e come evitarlo

Se prima la regola per gli hashtag era “più ne metti e meglio è”, adesso le cose sono un po’ cambiate. Con l’entrata in vigore del nuovo algoritmo, Instagram ha deciso di bannare alcuni hashtag spesso abusati e inflazionati anche da profili fake per fare spam. Naturalmente, questa decisione ha avuto ripercussioni anche su chi li utilizzava senza “malizia” o altri fini illeciti.

È probabile che anche voi, senza rendervene conto, abbiate utilizzato uno o più hashtag bannati e che quindi Instagram abbia deciso di penalizzare il vostro account facendovi finire in shadowban. Cosa significa? Che le vostre foto non compaiono più nelle raccolte di hashtag diventando così invisibili a chi non vi segue. Risultato? Calo drastico dei like e dell’engagement, in poche parole, l’oblio.

Alla fine di questo articolo vi riporterò anche un elenco dei principali hashtag bannati da Instagram.

Per capire se siete vittima di shadowban è necessario entrare su IG con un altro profilo, sarebbe meglio che fosse il profilo di qualcuno che non vi segue, e controllare se le vostre foto compaiono nelle liste degli hashtag che avete usato. Se non ci siete, purtroppo vuol dire che siete finiti in shadowban. Un’altra causa di penalizzazione da parte di IG è l’utilizzo di mezzi illeciti come i bot o i pod di Telegram, un motivo in più per non ricorrervi.

Detto questo, mi preme sottolineare che non sempre il calo dei like e dei follower è da attribuire allo shadowban, ma piuttosto al nuovo algoritmo di Instagram.

Se invece siete sicuri di essere stati bannati, dovrete interrompere ogni attività sul social almeno per un paio di giorni, rimuovere gli hashtag che vi hanno fatto finire in shadowban da tutti i post (anche quelli meno recenti) e, se avevate un profilo business, passare temporaneamente a un profilo personale. Inoltre, è possibile inviare una segnalazione a IG. Per farlo vi basta andare nelle impostazioni, cliccare su “Segnala un problema” e poi su “Qualcosa non funziona”. Dopodiché inviate il vostro messaggio! Inutile dirvi che se fate uso di pod, bot e altri escamotage illeciti che possono essere la causa del ban, dovrete immediatamente smettere di utilizzarli (come è giusto che sia, tra l’altro!).

Come scegliere gli hashtag migliori?

Hashtag per foto Instagram

Se un tempo si andava alla disperata ricerca degli hashtag più popolari, adesso è bene che andiate a cercare quelli di nicchia, ovvero, quelli appartenenti al vostro settore. Sicuramente avranno un volume di ricerca minore, ma almeno sarete sicuri di raggiungere un pubblico realmente interessato a ciò che postate. Non vi sto dicendo si inserire solo ed esclusivamente questo tipo di hashtag, ma di trovare una giusta via di mezzo tra quelli più popolari e quelli che possono aiutarvi a settorializzare i vostri scatti.

Inoltre, se l’obiettivo è il personal branding vi consiglio di crearvi un hashtag personale (che può anche coincidere con il nome del vostro brand). In questo modo non solo verrete trovati più facilmente da chi vi cerca, ma potrete anche stabilire un dialogo diretto con gli utenti chiedendo loro di utilizzare il vostro hashtag in situazioni particolari (eventi, workshop, giveaway) o nel caso in cui pubblichino una foto con i vostri prodotti.

Tra gli altri hashtag che vi consiglio di utilizzare ci sono quelli correlati a pagine o community di successo. Ovviamente, anche in questo caso la regola è rimanere fedeli al proprio settore, quindi se vi occupate di cibo dovrete andare a individuare le community che trattano l’argomento food.

Una volta effettuate le vostre ricerche di settore, potrete stilare un elenco di hashtag da riproporre sotto ogni post seppure con qualche eccezione. Inutile dirvi che non tutti gli hashtag che avete individuato vanno bene sempre e per tutti i post. Il vostro elenco standard dovrà essere passibile di piccoli cambiamenti a seconda dello scatto che pubblicate.

Vi ricordo, infine, che Instagram ha deciso di bannare centinaia di hashtag, alcuni anche insospettabili. Di seguito ve ne elenco alcuni in ordine alfabetico.

Lettera A

#adultlife
#adulting
#alone
#asia
#astreetphoto
#assday
#attractive

Lettera B

#babe
#beautyblogger
#beyonce
#bikinibody
#boho
#boobies
#books
#booty
#brain

Lettera C

#costumes
#curvy
#curvygirls

Lettera D

#dadylove
#date
#dating
#desk
#dedicationstudio
#direct
#dm
#dogsofinstagram

Lettera E

#ebony
#eggplant
#elevator
#easter

Lettera F

#fitnessgirls
#fishnets
#followforfollow
#f4f

Lettera G

#goddess
#girlsonly
#gloves
#graffitiigers

Lettera H

#hairychest
#happythanksgiving
#hardworkpaysoff
#humpday

Lettera I

#ig
#instadaily
#instalike
#instamood
#iphonegraphy
#italiano

Lettera K

#killingit
#kansas
#kissing
#kindredparents

Lettera L

#l4l
#leaves
#lingerie
#like
#likeforlike
#lean

Lettera M

#master
#meme
#models
#mustfollow

Lettera N

#nasty
#newyears
#newyearsday

Lettera O

#overnight

Lettera P

#petite
#pornfood
#popular
#pushups

Lettera S

#skype
#snap
#snapchat
#single
#singlelife
#stranger
#saltwater
#shesquats
#shower
#shit
#sallyhansen
#sopretty
#sunbathing
#streetphoto
#swole
#snowstorm

Lettera T

#tag4like
#tanlines
#teen
#teens
#tgif
#thebaligroom
#thought
#thighs
#todayimwearing
#twerk

Lettera U

#undies

Lettera V

#valentinesday

Lettera W

#woman
#womancrushwednesday
#women
#workflow
#wtf

Complimenti! Siete riusciti ad arrivare alla fine di questo lunghissimo articolo (purtroppo però non si vinceva niente!). Spero come sempre di avervi dato qualche consiglio utile e, se ve li foste persi, vi invito a leggere anche i due articoli precedenti:

Come rendere interessante il profilo Instagram
Quando pubblicare su Instagram?

Al prossimo appuntamento con la rubrica #OPS (Origamate per il Social).

Leave a comment

Your email address will not be published.Field is required

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>